Il Girello: Pro e Contro per i bambini

Tabella dei Contenuti
0
(0)

Il girello è oggetto di discussione tra genitori e specialisti: strumento di scoperta o intralcio allo sviluppo? Infilare o meno il proprio bambino in questo “primo mezzo di trasporto” è una decisione che molti genitori devono prendere, spesso basandosi su informazioni frammentate e opinioni divergenti.

Che cosa è il girello e a cosa serve

Il girello è una struttura dotata di ruote e di un seggiolino sospeso, concepito per sostenere i bambini che non camminano ancora autonomamente. Spesso arricchito con giochi e attività, il girello promette non solo di intrattenere il bambino ma anche di incoraggiare i primi passi, creando un ambiente stimolante per l’esplorazione.

Perché alcuni sono contro l’uso del girello

  • Impatto sullo sviluppo motorio: le critiche derivano dalla convinzione che il girello possa ritardare lo sviluppo delle abilità motorie, impedendo al bambino di sperimentare pienamente cadute e successi, cruciali nell’apprendimento del camminare.
  • Postura innaturale: La posizione assunta dal bambino nel girello, spesso su punta e con gambe divaricate, potrebbe non favorire una corretta formazione delle ossa e dei muscoli necessari per camminare.
  • Sicurezza: La mobilità concessa dal girello può esporre i bambini a maggiore rischio di incidenti domestici, soprattutto se non adeguatamente sorvegliati.

Vantaggi dell’uso del girello

Nonostante le controversie, c’è chi apprezza il girello per il senso di autonomia che offre al bambino e il breve sollievo che può dare ai genitori. Se usato correttamente e sotto vigilanza, il girello può offrire momenti di svago e stimolazione sensoriale ai piccoli.

Alternative per aiutare il bambino a camminare

Esistono alternative al girello considerate più sicure e più rispettose dello sviluppo motorio del bambino:

  • Carrettini primi passi che il bambino può spingere, aiutandolo a trovare il giusto equilibrio e coordinazione.
  • Station di gioco che sostengono verticalmente il bambino, permettendogli di sperimentare la posizione in piedi in modo sicuro.
  • Tempo di gioco libero al suolo, essenziale per lo sviluppo muscolare e per la scoperta dell’ambiente circostante.

Conclusione

Prima di optare per il girello, è importante valutare i pro e contro attentamente, tenendo in conto le raccomandazioni degli specialisti e delle autorità sanitarie. Ricorda che ogni bambino è unico e che le tappe dello sviluppo possono variare notevolmente. La sicurezza e il benessere del tuo piccolo dovrebbero sempre essere la priorità principale.

Se hai dubbi o domande, non esitare a consultare il pediatra, che saprà fornirti consigli personalizzati basati sulle esigenze specifiche del tuo bambino.

A questo proposito, sento di offrirti anche un mio consiglio personale: fidati del tuo istinto di mamma!

Oggi si tende a “demonizzare” molte scelte che in passato venivano prese senza troppi scrupoli, la chiave – secondo me – sta nel fare di questi strumenti un uso equilibrato. Nel mio caso, Flavia ha usato davvero poco il girello perché quando ha avvertito la necessità di muoversi e spostarsi per esplorare aveva già imparato a gattonare per cui sapeva farlo autonomamente, il girello nel suo caso era più una sicurezza per me che non potevo vigilare attentamente sui suoi spostamenti perché impegnata nelle faccende, per esempio. Con Giacomo, invece, ho aspettato che fosse in grado di mettersi in piedi prima di assecondare questo suo bisogno di esplorazione che si è manifestato in anticipo rispetto a Flavia perché lui non sa ancora gattonare. Dunque, anche per lui sto usando il girello, ma prediligo sempre il tempo a terra lasciandolo sperimentare posizioni e movimenti che sono assolutamente necessari per il suo sviluppo psicomotorio.

Hai trovato interessante questo articolo?

Average rating 0 / 5. Voti 0

Nessun voto per ora. Vuoi essere il primo?

We are sorry that this post was not useful for you!

Let us improve this post!

Tell us how we can improve this post?

Condividi l'articolo su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti